To top
1 Dic

Ink Addiction

La mia passione per i tatuaggi non passa di certo inosservata, proprio per questo colgo l’ occasione per parlarne.
Ho iniziato molto presto a tatuarmi; ricordo il mio primo tatuaggio, un drago stilizzato che in quegli anni vi diro’ era figo ma adesso beh… Ehm… Anche no! Aaha… Et voila’, l’ho coperto con una gigantesca farfalla. Sante cover up… Comunque procedendo per gradi… Dopo quel fantastico rettile sulla scapola ho proseguito con tatuaggi colorati. Più precisamente orchidee, che tra l’altro amo e sono il mio fiore preferito, dopodiché un’altra farfalla.

Qui lo so cosa state pensando… questa si e’ tatuata la solita farfalla come fanno tutte… nah!

Il mio nome proviene da una razza di farfalla tipica dell’Eurasia e Nord America, ecco perché questa scelta…
Quello che peró adesso salta all’occhio é il lavoro realizzato sulla mia gamba destra, Venezia raffigurata tramite una donna mascherata e il ponte vecchio, poi scendendo c’é Londra. Due città che mi hanno sempre affascinata e a cui sono legata.

Un mix di mistero, seduzione, romanticismo in contrasto con il punk, il glam ,la vivacità e colore di Londra.


Per non tralasciare nulla, lascio spazio anche al mio prezioso bufalo, un teschio tatuato sullo sterno che ho fatto in un periodo di rinascita per me. Ero alla ricerca di un totem forte che mi guidasse e devo ammettere che scelta più giusta non potevo fare.